screen_rotation

Whooop!

Ruota il dispositivo per continuare su WineHoop

Accedi

Registrati

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

cart icon

Spaghetti allo scoglio: quale vino abbinare?

Come scegliere il giusto accompagnamento a uno dei primi di pesce più gustosi della tradizione italiana? WineHoop ti dà qualche consiglio con i suoi vini!

Gli spaghetti allo scoglio sono un classico della gastronomia di mare italiana. Le varianti di questo primo piatto sono infinite, se si pensa a quanti diversi tipi di molluschi, crostacei e pesci possono essere inclusi nella ricetta.

Qualunque sia la combinazione di ingredienti, consuetudine vuole che il vino da abbinare agli spaghetti allo scoglio sia un bianco o un rosato, ma non tutti i vini sono all’altezza di questo prelibato primo piatto. Per questo motivo WineHoop ha selezionato per voi tre vini bianchi di qualità, che si sposeranno con ogni piatto di spaghetti allo scoglio che porterete in tavola.

Per chi ama sapori freschi e primaverili

Di colore giallo paglierino, il Friulano (Friuli Colli Orientali DOC) delle cantine Marco Sara (Friuli Venezia Giulia) è perfetto per chi cerca un vino dalle note floreali. Soltanto annusandolo si percepisce un gradevolissimo sentore di fiori di acacia e frutti a polpa gialla. Una volta degustato, il vino donerà una freschezza immediata al palato, lasciando poi un retrogusto floreale e leggermente mandorlato. Il Friulano è un vino che, se bevuto in abbinamento agli spaghetti allo scoglio, potrà aggiungere ulteriori note aromatiche al piatto: immaginate la perfetta combinazione tra cozze e vongole e la delicatezza degli aromi floreali del vino!

Per chi cerca sapori decisi

Il vino spumante bianco Kami Brut Nature (Greco di Tufo Spumante DOCG) della cantina Calafè di Petrillo (Campania) viene ricavato da vitigni che crescono nell’assolato terreno di origine vulcanica dell’Irpinia, da cui prendono il sapore deciso e quasi tagliente al palato. Anche l’odore è intenso: quasi di pane e lievito all’inizio, passa poi a note floreali e minerali, che si intensificano all’assaggio. Il Kami Brut Nature può essere degustato anche durante un aperitivo, ma bevuto in accompagnamento con i primi piatti di mare come gli spaghetti allo scoglio dà il suo meglio. L’abbinamento con i crostacei è senz’altro il suo forte: questo vino esalterà il loro sapore alla perfezione.

Per chi cerca aromi ricchi e avvolgenti

Il vino bianco Pigato (Riviera Ligure Ponente Pigato DOC), di colore giallo paglierino, è imbottigliato dalle cantine Terre Bianche (Liguria). Questo vino presenta una straordinaria ricchezza di note aromatiche, sia all’olfatto che al gusto. L’odore ricorda le erbe aromatiche del Mediterraneo, i frutti estivi e il miele, con note resinose e saline più pungenti. Il sapore è molto avvolgente ed energico, e rimane al palato a lungo. Come i vini bianchi già citati, anche il Pigato si sposa benissimo con gli spaghetti allo scoglio, data la sua facilità di abbinamento con le cozze, ma anche con il polpo e i crostacei. Tuttavia potrete abbinare questo vino dal sapore ricco anche ad altri piatti di mare, tra cui quelli con acciughe, e persino agli arrosti di carne bianca.

Ti sono piaciuti i nostri abbinamenti? Continua a seguirci per nuovi consigli di degustazione firmati WineHoop!