screen_rotation

Whooop!

Ruota il dispositivo per continuare su WineHoop

Accedi

Registrati

I tuoi dati personali verranno utilizzati per supportare la tua esperienza su questo sito web, per gestire l'accesso al tuo account e per altri scopi descritti nella nostra privacy policy.

cart icon

Risotto ai funghi: quale vino scegliere?

Qual è il vino migliore per uno dei primi piatti della tradizione italiana più buoni? Ecco i consigli di abbinamento con il risotto ai funghi firmati WineHoop!

Il risotto ai funghi è un classico della tradizione gastronomica italiana, ed è tra i primi piatti più apprezzati. I funghi più usati in questa preparazione sono i porcini, tra i più rinomati che si possono raccogliere o acquistare sul nostro territorio, ma non sono i soli. Tante specie di funghi possono fare da condimento per il risotto, basta scegliere la propria preferita.

Come tutti i primi piatti italiani, lo si può accompagnare molto bene con un vino secco, sia rosso che bianco. WineHoop ve ne consiglia tre, tutti adatti ad esaltare i sapori rustici e intensi del risotto ai funghi.

Per chi apprezza le note aromatiche

Il Sauvignon Blanc (Vigneti delle Dolomiti IGT) delle cantine De Vescovi Ulzbach (Trentino Alto Adige) è un vino bianco di colore giallo luminoso, dai riflessi smeraldini. Si tratta di un vino molto aromatico, ma anche equilibrato sia negli odori, sia nei sapori. All’olfatto il vino ricorda i fiori bianchi, il frutto della passione e gli agrumi, rimandando anche agli odori dei vitigni. Al gusto il vino risulta fresco e piacevole, esaltando gli aromi già presenti negli odori. Il Sauvignon Blanc è un vino molto versatile negli abbinamenti, specialmente con gli antipasti e i primi piatti. Tra i primi, in particolare, i risotti (tra cui quello ai funghi) si sposano bene con questo vino bianco, che arricchisce l’aroma delle pietanze.

Per chi cerca la freschezza

Vino dal colore rosso granato luminoso, il Pettirosso (Valtellina Superiore DOCG) è imbottigliato dalle cantine Arpepe (Lombardia). Prodotto nel cuore della Valtellina, il Pettirosso conserva negli odori e nei sapori la freschezza del suo territorio di origine. Il vino infatti profuma di montagna e di sottobosco, a cui si aggiungono note fresche ed eleganti di frutti rossi, erbe balsamiche e spezie orientali. Alla ricchezza negli odori si aggiunge la freschezza ed armonia dei sapori, comunque intensi e vibranti al palato. Si tratta di un vino che invoglia alla degustazione, soprattutto con i primi piatti sia del suo territorio, sia italiani in generale. Il risotto ai funghi non fa eccezione, e il Pettirosso è certamente uno dei migliori vini rossi che può accompagnarlo.

Per chi non resiste ai sapori decisi

Il vino Collestefano (Verdicchio di Matelica DOC), imbottigliato dalle omonime cantine Collestefano, è un bianco dal colore luminoso e paglierino, dai chiari riflessi verdi. All’olfatto il vino si presenta ricco e fine, ma deciso, sprigionando un aroma di agrumi, fiori, mela verde e anice. Altrettanto deciso è il sapore, in tutta la sua dinamica di degustazione. All’ingresso risulta secco e vibrante, con aromi freschi e speziati. Si percepiscono poi note di miele e di camomilla, che si intensificano fino alla fine della bevuta, lasciando in bocca di nuovo un retrogusto agrumato. Una tale ricchezza e intensità di aromi rende questo vino facilmente abbinabile con tanti piatti diversi, tra cui il risotto ai funghi, il cui gusto intenso ben si sposa con i sapori decisi del Collestefano.

Ti sono piaciuti i nostri abbinamenti? Continua a seguirci per nuovi consigli di degustazione firmati WineHoop!